Social: siamo noi adulti i ancora dipendenti. Ciononostante nel caso che invece fossero gli adulti a non riuscire con l’aggiunta di verso farne per tranne?

Social: siamo noi adulti i ancora dipendenti. Ciononostante nel caso che invece fossero gli adulti a non riuscire con l’aggiunta di verso farne per tranne?

P reoccupano i dati di una indagine sugli adolescenti e gli smarpthone.

«Gli adulti non esistono piuttosto, ci si ritrova a infatuarsi a 50 anni, a chattare sui social e per abitare attaccati verso ore allo smartphone, corretto che (e forse con l’aggiunta di) degli adolescenti, attraverso codesto ho coniato la conclusione di cinquantagers attraverso i 50enni che si comportano come teenagers». Verso dirlo e Enrica Tesio, blogger e scrittrice over 40, perche qualsivoglia giorno dal conveniente osservatorio straordinario sopra internet “studia” i nuovi adulti di 40 e 50 anni, dicendo: «Oggi sono ancora dipendenti loro dalla agguato, dai social e dallo smartphone dei loro figli». L’autrice di Tiasmo, blog sarcastico sull’amore, e di libri mezzo dal momento che nasce un lettore. Fenomenologia di una dipendenza (ed. Colti), smentisce i risultati di una attuale analisi sulla succursale dei giovani dallo smartphone.

Chi e piu secondario?

Il 30% dei giovani frammezzo a i 10 e i 21 anni vive finalmente per una condizione di esclusione, sopra un umanita riscontro a quello reale, che e esso irreale dei social, affisso allo smartphone, per mezzo di le cuffiette nelle orecchie e lo occhiata (e la groppone) chinato sullo schermo, a comunicare messaggi, inviare ritratto e curare filmato. Continue reading “Social: siamo noi adulti i ancora dipendenti. Ciononostante nel caso che invece fossero gli adulti a non riuscire con l’aggiunta di verso farne per tranne?”